L'architettura vive un equilibrio con la natura del luogo, in rapporto al passare del tempo.


Il terreno:
può essere soggetto a terremoti, celare corsi d'acqua o cavità, ha caratteristiche legate al materiale che lo costituisce.

La forza di gravità: la dimensione delle strutture portanti, la buona fattura delle murature, il bilanciamento delle spinte, la ripartizione dei carichi, le adeguate ammorsature sono elementi che determinano la resistenza strutturale di un edificio.

Il clima: forti sbalzi di temperatura o di variazione dell'umidità, vento, vicinanza al mare influiscono negativamente sulla conservazione dei materiali e quindi sulla loro adeguatezza alla funzione che svolgono. 

A tutto questo si aggiunge l'intervento dell'uomo che influisce, nel bene e nel male, sul naturale invecchiamento di un fabbricato.